Esplora contenuti correlati

EMERGENZA UCRAINA

EMERGENZA UCRAINA: GRAZIE!

L'Amministrazione comunale ringrazia tutti i cittadini che hanno risposto all'appello per la raccolta di generi di prima necessità, vestiario e mobilio, al fine di sostenere i profughi ucraini in questi difficili momenti.
La solidarietà è l’unico investimento che non fallisce mai.
(Henry David Thoreau)

 


EMERGENZA UCRAINA: ONLINE LA PIATTAFORMA DELLA PROTEZIONE CIVILE

È online #OffroAiuto: la piattaforma del Dipartimento della Protezione Civile che consente a cittadini, aziende ed enti del Terzo Settore o del Privato sociale di offrire beni, servizi e alloggi per sostenere la popolazione ucraina. Per offrire un contributo è sufficiente accedere a
offroaiuto-emergenzaucraina.protezionecivile.gov.it, selezionare la tipologia di offerta, compilare il modulo e confermare poi la propria offerta tramite cellulare.

È possibile anche inserire più offerte. In questo caso, per una migliore gestione del dato è necessario compilare un modulo per ciascuna. Le offerte di beni, servizi e ospitalità saranno inviate alle strutture di coordinamento dell’emergenza, alle organizzazioni di volontariato di protezione civile e ai soggetti del Terzo Settore o del Privato Sociale impegnati nelle attività di accoglienza e sostegno alla popolazione.


EMERGENZA UCRAINA: ACCOGLIENZA PROFUGHI UCRAINI

Il Servizio Affidi del Distretto Visconteo Sud Milano cerca di essere sempre più vicino ai cittadini che decidono di intraprendere percorsi di accoglienza per minori Ucraini.
 
Visconteo - Emergenza Ucraina (2)
 
 

FIRMATA L’ORDINANZA SULLA GRATUITA’ DEI TRASPORTI PER I CITTADINI UCRAINI IN ITALIA

Il Capo del Dipartimento della Protezione civile, Fabrizio Curcio, ha firmato un’ordinanza che dispone importanti agevolazioni in materia di trasporto per la popolazione in fuga dalla guerra in Ucraina.
L’ordinanza di protezione civile prevede che i cittadini provenienti dall’Ucraina possano viaggiare gratuitamente sul nostro territorio, entro 5 giorni massimo dall’ingresso in Italia, per raggiungere il primo luogo di destinazione o di accoglienza. Il provvedimento comprende la gratuità del trasporto sui treni della società Trenitalia (Gruppo FS) che effettuano servizio di Intercity, Eurocity e Regionali, sui servizi marittimi e sulla rete autostradale.


RICERCA DI VOLONTARI

L'Amministrazione comunale, interpretando un sentimento di accoglienza e ospitalità espresso da molti zibidesi, ha incontrato i concittadini di origine ucraina per un momento di confronto, con l'obiettivo di costruire insieme una “rete di accoglienza e legami” per i profughi ucraini che hanno già raggiunto Zibido San Giacomo e per quelli che arriveranno. 

Per rendere questa rete di accoglienza funzionante c'è bisogno dell'impegno di molti e a tal proposito cerchiamo volontari per: 
  • accompagnare i profughi al Presidio socio sanitario territoriale di Gorgonzola, individuato da ATS quale luogo preposto ad una prima presa in carico sanitaria. L'amministrazione Comunale metterà a disposizione le proprie auto;
  • supportare i gruppi di studio per i bambini/ragazzi e i gruppi di socializzazione/gioco per mamme con bambini piccoli;
  • dedicare alcune ore della settimana come babysitter laddove gli adulti dovessero necessitare di momenti per la gestione delle pratiche o di altro.
Chi fosse interessato può contattare gli operatori del Settore Servizi al Cittadino del Comune di Zibido San Giacomo ai seguenti numeri telefonici: 02 900 20 232/235/239/202/226 oppure tramite mail all'indirizzo servizialcittadino@comune.zibidosangiacomo.mi.it 

 


SITUAZIONE LEGALE E SANITARIA

SITUAZIONE LEGALE

  • I cittadini ucraini possono soggiornare in Italia in esenzione visto per 90 giorni per motivi di turismo: i 90 giorni partono dal timbro sul passaporto effettuato alla frontiera italiana o, in alternativa, dalla dichiarazione di presenza che deve essere fatta in commissariato o presso i carabinieri o la polizia municipale. Pertanto i cittadini ucraini che non hanno alcun timbro sul passaporto o hanno un timbro di un altro stato europeo devono presentare la dichiarazione di presenza. Modulo di dichiarazione di presenza.

  • Il 3 marzo 2022, i ministri dell’Interno dell’Unione Europea hanno raggiunto l’accordo per l’applicazione della direttiva sulla protezione temporanea per i profughi ucraini, che consentirà loro di avere un permesso di soggiorno temporaneo di un anno, rinnovabile. Siamo in attesa di indicazioni da parte del governo italiano sulle modalità di richiesta di tale permesso.

  • Dichiarazione di ospitalità: deve essere fatta dalle persone che ospitano cittadini ucraini sempre presso il commissariato, i carabinieri o la polizia municipale, allegando copia dei documenti di identità delle persone ospitate.  Modulo di dichiarazione di ospitalità in favore di cittadinoextracomunitario  

SITUAZIONE SANITARIA

ATS ha indicato il Presidio Socio Sanitario Territoriale di Gorgonzola (PreSST), quale luogo preposto ad una prima presa in carico sanitaria, che si occuperà di:
  1. accoglienza di donne, bambini e uomini 
  2. accompagnamento al CUP dove verrà rilasciato un codice che sostituisce la tessera sanitaria
  3. accompagnamento al servizio USCA per gli accertamenti, in primis tampone
  4. visita medica con anamnesi
  5. se necessario approfondimenti
Sarà compito dell'Amministrazione comunale, che riceve i nominativi dei profughi arrivati sul territorio tramite le comunicazioni di ospitalità, inviare al PreSST l'elenco dei nominativi, con relativo contatto telefonico di chi li ospita. Sarà invece compito del PreSST contattare il cittadino ospitante, al fine di concordare un appuntamento.

MINORI

Specifichiamo che per legge i minori ucraini arrivati in Italia possono accedere liberamente al sistema scolastico facendo domanda di inserimento in qualsiasi scuola.

L'ufficio scolastico territoriale è disponibile a lavorare per supportare le famiglie dei minori ucraini arrivati a Milano in un percorso di inserimento scolastico: per segnalare la presenza di minori è possibile scrivere all'indirizzo usp.mi@istruzione.it

Se si rileva la presenza di minori senza un parente che ne eserciti la tutela, devono essere segnalati come minori stranieri non accompagnati alle autorità competenti: Tribunale per i Minorenni e Comune di arrivo.

 


I COMUNI ITALIANI PER L'UCRAINA

45525

Il Comune di Zibido San Giacomo promuove l’iniziativa di ANCI che aderisce alla campagna straordinaria di raccolta fondi in soccorso alla popolazione ucraina lanciata da Croce Rossa Italiana, Unicef e Unhcr con il sostegno di RAI per il Sociale.  

 

Inviando un semplice sms o con una chiamata da rete fissa al numero 45525 sarà possibile dare un contributo concreto al lavoro che le principali organizzazioni umanitarie e con loro migliaia di volontari stanno già svolgendo ai confini dell’Ucraina. I fondi raccolti saranno destinati a fornire alle famiglie ucraine protezione, rifugi, coperte, cure mediche, acqua potabile, kit per l’igiene personale e supporto psicologico.

 

ACCOGLIENZA CITTADINI UCRAINI

Sulla base delle indicazioni fornite dalla Prefettura di Milano, si comunica che i cittadini ucraini in arrivo o arrivati dall'Ucraina, che hanno trovato autonomamente sistemazione presso familiari o amici già presenti in questa area metropolitana, dovranno presentare al Comune di Zibido San Giacomo, entro 8 giorni dall'ingresso, il modulo "Comunicazione di ospitalità" .
 
 
Il modulo è disponibile in formato cartaceo presso l'ufficio protocollo.
 
Se si è conoscenza di persone in arrivo o arrivate dall’Ucraina è importante aiutarle e segnalare la loro presenza sul territorio italiano. 
A questo scopo, il consolato ucraino ha messo a disposizione l’indirizzo mail *milanoconsolato1@gmail.com*.
La comunicazione deve essere corredata dai dati essenziali (nome, cognome, data di nascita, contatti mail e telefonici, richieste di eventuale soluzione alloggiativa o comunicazione di ospitalità presso strutture, associazioni o familiari). 
Con queste prime informazioni il Consolato si raccorderà con l'Ufficio Emergenza Migranti della Prefettura e potrà raccogliere anche tutte le eventuali richieste di supporto. 
 
E' stata attivata una cabina con la Prefettura e il Consolato per raccogliere le necessità e coordinare le accoglienze nei centri disponibili.
 

Consiglio Comunale del 28 febbraio

Il Consiglio comunale, nella seduta del 28 febbraio scorso, ha approvato all'unanimità un Ordine del Giorno di condanna per l'invasione dell'Ucraina.

Guarda la Delibera

 


DONAZIONI

  • EMERGENZA UCRAINA: RACCOLTA FONDI FEDERFARMA
    Farmacia Melchionda e Farmacia di Badile partecipano alla raccolta organizzata da Federfarma e Fondazione Francesca Rava - NPH Italia Onlus a favore degli ospedali
    e della popolazione ucraina.
    Aggiungendo alla vostra spesa uno dei farmaci o prodotti nell'elenco è possibile aiutare le famiglie dell'Ucraina:
    - Materiale per primo soccorso (garze, bende, disinfettanti, cerotti, povidoniodio)
    - Farmaci da banco antinfiammatori a base di paracetamolo, ketoprofene, acido acetilsalicilico, ibuprofene
    - Pannolini per bambini
    - Latte in polvere (1 e 2)
    - Assorbenti
    - Prodotti per l'igiene personale (shampoo, bagnoschiuma, dentifrici, spazzolini)
    - Tamponi antigenici rapidi

Farmacia Locandina

 

 

torna all'inizio del contenuto