Sei in : Home page » Comune » Spazio Comune » Archivio comunicazioni » 2013 » Trasformazione

INFO

Ufficio Tecnico

Eliana Russo
telefono 02/90020229
fax 02/90020221
email


Trasformazione


SPAZIO COMUNE

Trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà per le abitazioni di via PREVIATO

Il Comune di Zibido San Giacomo, come in passato, oggi avvia il processo di trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà delle abitazioni costruite con la legge ex 167, relative al Lotto C.I.M.E.P. 2/ZI/6 BIS 34 in Frazione Zibido. L’intento, è quello di offrire a tutte le famiglie interessate la possibilità di trasformare il diritto di superficie in diritto di piena proprietà e la possibilità di rimuovere i vincoli di alienazione.

Pertanto, i proprietari degli alloggi di edilizia convenzionata possono, se lo ritengono opportuno:

  1. riscattare esclusivamente la quota millesimale di superficie. (trasformare in diritto di superficie in diritto di proprietà), dell’area su cui è costruito l’immobile di cui sono proprietari. Questo permette di eliminare i vincoli soggettivi relativi ai requisiti degli acquirenti (possibilità di vendere a soggetti che non hanno i requisiti soggettivi richiesti per l’accesso ad alloggi edificati in piani di edilizia popolare - es. titolare di altro immobile, residenza nel comune, redditi entro certi limiti…);
  2. rimuovere solamente l’obbligo convenzionale del prezzo massimo di cessione. Questo permette di alienare o concedere in locazione le unità immobiliari a qualsiasi titolo e a prezzo di mercato, in tal caso permane, comunque, sia il vincolo dei requisiti (verifica dei requisiti degli acquirenti), sia il diritto di superficie ( cessione dell’alloggio al Comune alla scadenza stabilita dalla concessione, cioè dopo 99 anni dalla stipula);

Vi è anche la possibilità di riscattare entrambi: quota di superficie (trasformare in diritto di superficie in diritto di proprietà) e rimuovere l’obbligo convenzionale del prezzo massimo di cessione. Per eliminare i vincoli riguardanti i requisiti soggettivi degli acquirenti, rimuovere l’obbligo convenzionale del prezzo massimo di cessione oppure acquisire il pieno diritto di proprietà dell’area sulla quale sono stati costruiti gli alloggi in modo da non avere alcun vincolo, occorre far fronte al pagamento di una somma calcolata sulla base del valore attuale dell’area (ridotto del 60%), detratti gli oneri di concessione del diritto di superficie già versati e rivalutati sulla base della variazione Istat. Non vi è alcun obbligo di accettare la proposta del Comune, chi non accetta rimane nella situazione attuale, con le medesime condizioni stabilite dalla convenzione stipulata a suo tempo tra Comune e cooperativa o impresa che ha realizzato l’edificio. Non è necessaria l’accettazione di tutti i condomini. Anche un solo condomino potrà accettare l’offerta e firmare il nuovo contratto con il Comune.

Icona documento 'Formato WinZip'allegati.zip (formato WinZip - 5450 KB)