Sei in : Home page » Comune » Spazio Comune » Archivio comunicazioni » null » Mensa scolastica


Mensa scolastica


SPAZIO COMUNE



COMUNICATO STAMPA


L'Asl giudica buona la mensa scolastica
Il Comune assicura direttamente un servizio a 650 alunni e studenti delle scuole del paese e consegna i pasti all'asilo nido convenzionato


Zibido San Giacomo (MI) - “Strutturalmente i principi di una sana alimentazione sono messi in pratica”: l'Asl Milano 2 giudica buono il servizio mensa assicurato dall'Amministrazione comunale alle scuole cittadine. È quanto risulta dall'ultima visita eseguita nei giorni scorsi da parte dei tecnici dell'Azienda sanitaria.

“Il nostro Comune è uno dei pochi che gestisce in proprio la refezione scolastica, a differenza di molti, che hanno esternalizzato il servizio – sottolinea Giovanna Meazza, assessore alla Pubblica Istruzione – preparando mediamente 650 pasti al giorno. Un servizio per il quale viene assicurata la maggiore attenzione possibile, anche in considerazione della delicatezza e delle importanti responsabilità che il servizio stesso comporta. Esiste allo scopo una commissione scuola, della quale fa parte anche un esponente dell'opposizione, e all'interno della stessa una commissione mensa composta da tre insegnanti, tre genitori (uno per ogni ordine e scuola), il responsabile della cucina e del servizio e l'assessore di riferimento. La commissione mensa è operativa sia effettuando assaggi presso le scuole e compilando successivamente un report, sia riunendosi in incontri periodici in cui si discutono e si valutano situazioni di miglioramento rispetto al servizio, oltre che a provvedere alla definizione dei menù nell’ottica di consolidare un processo di educazione alimentare, oltre che a riduzione degli sprechi, indirizzato e consigliato dall’ASL, su indicazione del Ministero della Salute, che periodicamente effettua controlli nutrizionali per verificare qualità, grammature, scelte di materie prime, unitamente ad altri parametri.
Le forniture di materie prime per il confezionamento dei cibi è, come previsto da capitolato d’appalto di prima qualità (non vengono utilizzati condimenti di origine animale, solo olio extravergine d'oliva, la frutta è fresca e non ci sono cibi fritti). Anche il centro pasti è controllato costantemente e per legge, con analisi microbiologiche su alimenti cotti, crudi, sulle superfici e le attrezzature utilizzate e sull'acqua.

“Nonostante le positive valutazioni sulla qualità del cibo – evidenzia il sindaco Piero Garbelli – il consigliere Aurelio Sansone ha voluto diffondere un ingiustificato allarmismo, con accuse gravissime che un consigliere comunale, per il ruolo istituzionale che ricopre, avrebbe il dovere di verificare prima di diffondere, anche confrontandosi con il proprio rappresentate all’interno della commissione scuola”.


 

Icona documento 'Formato PDF'comunicato_stampa_mensa.pdf (formato PDF - 622 KB)