Sei in : Home page » Comune » Spazio Comune » Archivio news » news 2015 » Concerto a San Giacomo

INFO

Comune di Zibido San Giacomo
Piazza Roma, 1
20080 Zibido San Giacomo (MI)
fax 02.90020.238


Gabriella Fontana
tel. 02.90020.236
» email
Massimo Pizzigoni
tel. 02.90020.212
» email
Nicoletta Vecera
Tel. 02.90020.232
» e-mail

Icona documento 'Formato PDF'Programma (formato PDF - 484 KB)


 


Concerto a San Giacomo


TERRE DI ZIBIDO


Concerto a San Giacomo
Domenica 4 ottobre
Chiesa di San Giacomo
ore 18,00 Concerto
ore 19,30 Buffet
L’Orchestra a plettro Città di Milano fondata nel 1960 per fusione di due valorose orchestre milanesi è diretta dal maestro Roberto Fenini. Ha eseguito centinai di concerti a Milano, in numerose città d’Italia e all’estero. Ha partecipato con suoi elementi all’esecuzione, al Teatro alla Scala di Milano, di opere nelle quali sono richiesti mandolino e chitarra. Suoi solisti sono stati richiesti al Maggio Fiorentino e all’Arena di Verona. A conclusione del concerto, aperitivo in collaborazione con l’Associazione per il restauro della Chiesa di San Giacomo.




Un Grazie a...
Don Alessandro Giannattasio parroco di San Giacomo San Pietro e Badile, Compagnia Legamani, Famiglia Pozzi, Famiglia Brambilla, Navigli SCARL srl, Carlo Montana, Ezio Guaitamacchi, Mercato Agricolo dei Navigli, Associazioni del territorio, Scuole di Zibido San Giacomo, Spazio Igloo, Consiglio Comunale dei Ragazzi, Centri Anziani, Comitato Gemellaggi, Associazione per il Restauro della chiesa di San Giacomo.


MUSA - Museo Salterio
Il 30 maggio è stato inaugurato MUSA - Museo Salterio - Officina del gusto e del paesaggio, contenitore culturale, pensato e progettato come spazio multidisciplinare, incentrato sulla riscoperta del paesaggio e dell’alimentazione, attraverso attività didattica, spazi multimediali e laboratori. MUSA, in questa prima fase di sperimentazione, è aperto il sabato e la domenica, dalle ore 10 alle ore 18 con ingresso libero. A partire da settembre, nei “giovedì del museo” verranno organizzati laboratori didattici tematici. La programmazione completa delle attività è visibile al sito: www.museosalterio.it



Firmiamo la carta di Milano
“Noi donne e uomini, cittadini di questo pianeta, sottoscriviamo questo documento, denominato Carta di Milano, per assumerci impegni precisi in relazione al diritto al cibo che riteniamo debba essere considerato un diritto umano fondamentale. Consideriamo infatti una violazione della dignità umana il mancato accesso a cibo sano, sufficiente e nutriente, acqua pulita ed energia. Riteniamo che solo la nostra azione collettiva in quanto cittadine e cittadini, assieme alla società civile, alle imprese e alle istituzioni locali, nazionali e internazionali potrà consentire di vincere le grandi sfide connesse al cibo: combattere la denutrizione e la malnutrizione, promuovere un equo accesso alle risorse naturali, garantire una gestione sostenibile dei processi produttivi. ... Poiché crediamo che un mondo senza fame sia possibile e sia un fatto di dignità umana, nell’Anno Europeo per lo sviluppo e in occasione di Expo Milano 2015, noi ci impegniamo ad adottare i principi e le pratiche esposte in questa Carta di Milano, coerenti con la strategia che gli Stati membri delle Nazioni Unite hanno elaborato per sradicare il problema della fame entro il 2030. Sottoscrivendo questa Carta di Milano noi dichiariamo di portare la nostra adesione concreta e fattiva agli Obiettivi per uno Sviluppo Sostenibile promossi dalle Nazioni Unite. Un futuro sostenibile e giusto è anche una nostra responsabilità.” La Carta di Milano è lo strumento che permetterà ai cittadini, in occasione di Expo Milano 2015, di costruire e vincere la sfida del diritto al cibo sano, sicuro e nutriente per tutti come diritto umano fondamentale. La Carta di Milano è quindi, un manifesto collettivo, un atto politico e di sensibilizzazione globale sul ruolo del cibo e della nutrizione per una migliore qualità di vita. Domenica 20 settembre 2015 al Musa tutti potranno sottoscrivere la Carta, che sarà consegnata a ottobre al Segretario Generale dell’Onu, Ban Ki-moon.