Sei in : Home page » Comune » Spazio Comune » Archivio news » 2013 » Speciale Elezioni 2013

INFO

Servizi Demografici
Piazza Roma 1
20080 Zibido San Giacomo (MI)

Augusta Bonizzi
tel. 02/90020223
fax 02/90020233
email

 

Icona documento 'Formato PDF'Lista dei candidati

Icona documento 'Formato PDF'Fac Simile scheda elettorale
 


Speciale Elezioni 2013


SPAZIO COMUNE

Speciale Elezioni amministrative - 26/27 Maggio 2013

elezioni_comunali_2013_bigIl Prefetto di Milano, con decreto del 27.03.2013, ha convocato per i giorni di domenica 26 e lunedì 27 maggio 2013 i comizi elettorali per l'elezione diretta dei Sindaci e dei Consigli comunali. L'eventuale turno di ballottaggio (in caso di assoluta parità di voti fra due candidati sindaci) avrà luogo domenica 9 e lunedì 10 giugno 2013.


Per esercitare il diritto di voto occorre recarsi al seggio con la tessera elettorale e un documento di riconoscimento.
Se la tessera elettorale si è deteriorata o è inutilizzabile per l'esaurimento degli spazi destinati alla certificazione del voto, l'elettore si deve recare all'ufficio elettorale per chiedere un duplicato, restituendo la vecchia tessera. Anche in caso di smarrimento, occorre rivolgersi all'ufficio elettorale per il rilascio del duplicato o per l'attestato sostitutivo.
A TALE SCOPO, L'UFFICIO ELETTORALE SARA' APERTO DA MARTEDI' 21 A SABATO 25 DALLE 8.30 ALLE ORE 19. DOMENICA E LUNEDI' PER TUTTA LA DURATA DELLE OPERAZIONI DI VOTO.



LA VOTAZIONE SI SVOLGERÀ NEI GIORNI DI DOMENICA 26 MAGGIO E LUNEDÌ 27 MAGGIO 2013:

  • nel giorno di DOMENICA 26 MAGGIO 2013 la votazione avrà inizio alle ore 8 del mattino e proseguirà sino alle ore 22 dello stesso giorno di domenica; gli elettori che a tale ora si troveranno ancora nei locali del seggio saranno ammessi a votare;
  • nel giorno di LUNEDÌ 27 MAGGIO 2013 la votazione avrà inizio alle ore 7 del mattino e proseguirà sino alle ore 15 dello stesso giorno di lunedì; gli elettori che a tale ora si troveranno ancora nei locali del seggio saranno ammessi a votare.



CANDIDATI SINDACI - LISTE AMMESSE E CANDIDATI CONSIGLIERI - PROGRAMMI ELETTORALI


COME SI VOTA
L’elettore:

  1. può tracciare, con la matita copiativa, un segno di voto sul contrassegno prescelto. In tal modo, l’elettore esprime un voto valido sia per la lista votata sia per il candidato alla carica di sindaco ad essa collegato;
  2. può tracciare, con la matita copiativa, un segno di voto sia sul contras¬segno prescelto sia sul nominativo del candidato alla carica di sindaco, collegato alla lista votata. Anche in questo caso, il voto si intende validamente espresso sia in favore del candidato alla carica di sindaco sia in favore della lista ad esso collegata ;
  3. può tracciare, con la matita copiativa, un segno di voto sul nominativo del candidato alla carica di sindaco, senza segnare il relativo contrassegno. In tal caso il voto si intende validamente espresso non solo per il candidato alla carica di sindaco, ma anche per la lista ad esso collegata;
  4. può manifestare il voto di preferenza per candidati alla carica di consigliere comunale appartenenti alla lista compresa nel corrispondente spazio, senza segnare il relativo contrassegno. In tal caso, si intende validamente votato anche il candidato alla carica di sindaco nonché la lista cui appartengono i candidati votati

Ogni elettore può manifestare non più di due voti di preferenza per candidati alla carica di consigliere comunale, avendo presente che, nel caso di espressione di due preferenze, queste devono riguardare candidati di sesso diverso, a pena di annullamento della seconda preferenza.
Qualora il candidato abbia due cognomi, l’elettore, nel dare la preferenza, può scriverne uno solo.


Voto assistito
Si comunica che a norma dell'art. 55 del T.U. 30.03.1957, n. 361 e dell'art. 41 del D.P.R 16.05.1960, n. 570, modificati dalla Legge 05.02.2003, n. 17, gli elettori che, per grave infermità, si trovino impossibilitati ad esercitare personalmente il diritto di voto, hanno facoltà di farsi accompagnare da un elettore, scelto volontariamente, purché iscritto nelle liste elettorali di qualsiasi Comune della Repubblica e in possesso della tessera elettorale permanente (art.. 11 del D.P.R. 8 settembre 2000, n. 299). L' elettore affetto da grave infermità può farsi annotare, sulla propria tessera elettorale, facendone richiesta al comune di iscrizione elettorale, il diritto al voto assistito. L' esercizio di tale facoltà è consentito agli elettori nella cui tessera elettorale è inserita l'annotazione del "diritto al voto assistito" e a quelli che presentano una certificazione medica, rilasciata da funzionari medici designati dall'Azienda Sanitaria Locale, che attesti il diritto al voto assistito. Detta certificazione dovrà essere rilasciata immediatamente e gratuitamente, nonché in esenzione di qualsiasi diritto. Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido.

Icona documento 'Formato PDF'istruzioni_seggio.pdf (formato PDF - 2997 KB)