Sei in : Home page » Comune » Spazio Comune » Archivio news » 2012 » IMU 2012

INFO

Ufficio Tributi
Piazza Roma, 1
20080 Zibido San Giacomo (MI)

Silvana Di Donato
Tel. 02.90020.217
Fax 02.90020.240
» e-mail 


Icona documento 'Formato PDF' Informativa IMU (formato PDF - 117 KB)


ORARI DI APERTURA:
Lunedì 
8.30 - 11.00
Martedì
8.30 - 11.00 /  15.00 - 16.45
Mercoledì
8.30 - 11.00
Giovedì
8.30 - 11.00 /  15.00 - 16.45
Venerdì
8.30 - 11.00

Nelle giornate di sabato 19 e 26 maggio, 9 e 16 giugno l'ufficio tributi resterà aperto dalle ore 8.30 alla ore 12.00

 


IMU 2012


TRIBUTI

calcolo_imu

 


INFORMATIVA SU IMU
(IMPOSTA MUNICIPALE UNICA)
(normativa aggiornata al 27 aprile 2012)



COSA E' L'IMU

istituita l’1.1.2012, è una nuova imposta che colpisce gli immobili. L'applicazione dell'IMU, nel 2012, viene fatta in via sperimentale: ciò significa che l'IMU è per ora, nonostante il nome, è un'imposta statale, poiché parte consistente del gettito va allo stato.


CHI DEVE PAGARE E A CHI SI PAGA

La nuova imposta deve essere pagata da tutti i proprietari d'immobili (compresi gli usufruttuari o i detentori di altro diritto reale). L'IMU si paga allo Stato, che provvederà a trasferirne una parte al Comune a parziale compensazione di minori trasferimenti.


SU COSA SI PAGA

La nuova imposta è dovuta per i fabbricati, per i terreni agricoli e per le aree fabbricabili. Va quindi a colpire anche l'abitazione principale (o prima casa) e le sue pertinenze, quali ad esempio box e tettoie. L'imposta è dovuta da ogni proprietario in proporzione alla percentuale di proprietà dell'immobile, per cui in caso di proprietà suddivisa (ad esempio 50% e 50% tra due coniugi), il pagamento dovrà avvenire separatamente (così come il calcolo delle detrazioni), ognuno per la propria parte, analogamente a quanto avveniva per l'ICI; inoltre, l'imposta è dovuta in proporzione al periodo di proprietà dell'immobile nel corso dell’anno, per cui in caso di periodo parziale andranno rapportati i mesi effettivi di proprietà.


QUAL E' LA BASE IMPONIBILE
La base imponibile per calcolare l’IMU è data:

  • Per i fabbricati dalla rendita catastale, rivalutata del 5 per cento.
  • Per i terreni agricoli dal reddito domenicale rivalutato al 25%.
  • Per le aree fabbricabili dal loro valore di mercato.

La rendita catastale (o il reddito domenicale per i terreni agricoli) va moltiplicata per un coefficiente, come evidenziato nella tabella che segue
 

Categoria catastale
Coeff. IMU
da A/1 ad A/9: Abitazioni
C/2, C/6, C/7 Magazzini e locali di deposito, rimesse e autorimesse senza fini di lucro (box), tettoie chiuse ed aperte
160
da B/1 a B/8 Collegi, ospizi, case di cura e ospedali senza fini di lucro, uffici pubblici, scuole e laboratori scientifici, biblioteche, musei, cappelle no esercizio culto, magazzini sotterranei per deposito di derrate ecc.
C/3, C/4, C/5 Laboratori artigianali, fabbricati e locali per esercizi sportivi non a fini di lucro, stabilimenti balneari non a fine di lucro
140
A/10 Uffici e studi privati 80
D/5 Istituti di credito 80
da D/1 a D/12 (escluso D/5) Opifici, alberghi e pensioni, case di cura e ospedali con fini di lucro, fabbric. uso industriale e commerciale, fabbric. per esercizi sportivi con fini di lucro, fabbric. per funzioni produttive connesse alle attività agricole ecc. 60
C/1 Negozi 55
Terreni agricoli 135
Terreni agricolo posseduti dal coltivatore diretto e da imprenditore agricolo professionale iscritto nella previdenza agricola (vedere la norma per il calcolo dei valori esenti) 110


Per i fabbricati d'interesse storico o artistico e per i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili la base imponibile è ridotta del 50%
 


QUALI SONO LE ALIQUOTE E LE DETRAZIONI
Le aliquote base stabilite dal Governo per l’IMU sono le seguenti:

  • 0,76% (7,6 per mille) per tutti gli immobili inclusi aree fabbricabili i terreni agricoli ad eccezione della prima casa e dei fabbricati rurali strumentali;
  • 0,4% (4 per mille) per l’abitazione principale (prima casa) e relative pertinenze (al massimo una per ciascuna delle categorie catastali C/2, C/6 e C/7);
  • 0,2% (2 per mille) per i fabbricati rurali strumentali all’esercizio dell'attività agricola.

Il Regolamento comunale di conferma o modifica delle aliquote base dovrà essere emanato entro il 30.9.2012

Definizione di prima casa

Per prima casa (abitazione principale) s'intende l’immobile iscritto o iscrivibile nel Catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il proprietario dimora abitualmente e risiede anagraficamente. Per pertinenze dell’abitazione principale si intendono esclusivamente i fabbricati classificati nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di una pertinenza per ciascuna delle categorie catastali indicate.

Detrazione per la prima casa e per i figli residenti nella prima casa
Per prima casa (abitazione principale) e per le relative pertinenze, si ha diritto ad una detrazione fissa di € 200. E’ prevista una ulteriore detrazione di € 50 per ogni figlio convivente di età non superiore a 26 anni (fino ad un massimo di 4 figli).
Per usufruire della detrazione, il figlio deve essere anagraficamente residente nell’immobile considerato abitazione principale.



COME E QUANDO SI PAGA NEL 2012

Per l'anno 2012 L'IMU si paga:

  • in 2 o 3 rate, a scelta del contribuente, per l'abitazione principale e le sue pertinenze;
  • in 2 rate per gli altri immobili

Prima casa e sue pertinenze,  se si sceglie di pagare in 2 rate

  • 1 rata: entro il 18 Giugno; corrisponde al 50% dell'IMU annua calcolata applicando l'aliquote base (0,4%) e le detrazioni
  • 2 rata: entro il 17 Dicembre corrisponde al saldo dell'IMU annua calcolato applicando le aliquote effettive stabilite dal Comune entro il 30 settembre e le detrazioni

Se si sceglie di pagare in 3 rate

  • 1 rata: entro il 18 Giugno; corrisponde al 33% dell'IMU annua calcolata applicando l'aliquota base (0,4%) e le detrazioni
  • 2 rata: entro il 17 Settembre; corrisponde al 33% dell'IMU annua calcolata applicando l'aliquota base (0,4%) e le detrazioni
  • 3 rata: entro il 17 Dicembre corrisponde al saldo dell'IMU annua calcolata applicando le aliquote effettive stabilite dal Comune entro il 30 settembre e le detrazioni

Altri immobili e terreni agricoli

  • 1 rata: entro il 18 Giugno; corrisponde al 50% (30% solo per i fabbricati rurali strumentali) dell'IMU annua calcolata applicando le aliquote base (0,76% o 0,2% solo per i fabbricati rurali strumentali)
  • 2 rata: entro il 17 Dicembre corrisponde al saldo dell'IMU annua calcolata applicando le aliquote effettive stabilite dal Comune entro il 30 settembre

N.B. La percentuale di suddivisione dell'importo da versare tra Comune e Stato - per quanto riguarda terreni agricoli, aree fabbricabili e altri fabbricati quali le seconde case - sarà del 50 e 50 per la rata di giugno, ma potrà variare in sede di saldo di dicembre qualora il Comune dovesse modificare le aliquote di base


Sono esenti pagamenti totali fino a Euro 1,99


Moduli e Codici di pagamento
L'IMU si pagherà con il Modello F24 (il bollettino di conto corrente postale è previsto solo per il versamento del saldo di Dicembre) in banca o in posta utilizzando i seguenti codici tributo e suddividendo gli importi delle rate come segue:

  • 3912 per pagamento su abitazione principale e relative pertinenze – COMUNE
  • 3913 per pagamento su fabbricati rurali ad uso strumentale – COMUNE
  • 3914 per pagamento su terreni agricoli – COMUNE
  • 3915 per pagamento su terreni agricoli – STATO
  • 3916 per pagamento su aree fabbricabili – COMUNE
  • 3917 per pagamento su aree fabbricabili – STATO
  • 3918 per pagamento su altri fabbricati – COMUNE
  • 3919 per pagamento su altri fabbricati – STATO
  • 3923 per pagamento interessi da accertamento – COMUNE
  • 3924 per pagamento sanzioni da accertamento – COMUNE