Sei in : Home page » Comune » Spazio Comune » Archivio news » 2012 » Cosa si cucina questa sera?


Cosa si cucina questa sera?


SPAZIO COMUNE

dieta_bigL'ASL MI2 ha prodotto un opuscolo con consigli alimentari per genitori che vogliono far star bene i propri figli
 

PREMESSA
La scuola è oggetto di particolari attenzioni da parte degli operatori sanitari in quanto nell’orario scolastico viene offerta una merenda, in certi casi 2 comprendendo quella del pomeriggio, ed il pranzo. Quindi possiamo dire che la scuola può essere un mezzo per imparare non solo materie scolastiche, ma anche per apprezzare e conoscere gli alimenti.
La Ristorazione scolastica è spesso motivo di malumori: gli studenti non gradiscono o rifiutano parecchi cibi, i genitori non sono soddisfatti, perché non incontra i gusti dei loro figli e perché il costo del pasto pesa sempre di più nel bilancio familiare. A questo punto sarebbe più facile far preparare cibi graditi ai ragazzi non curandosi degli aspetti salutari, ma il nostro lavoro consiste nel diffondere e nell’applicare le regole per una sana alimentazione; questo non vuol dire insistere con la distribuzione di generi alimentari sgraditi, ma proporre alimenti idonei e stimolare i ragazzi all’assaggio di nuovi sapori.

PERCHÉ L'OPUSCOLO?

1°motivo
. Dagli studi epidemiologici, emerge un dato allarmante. l’obesità infantile è in continuo aumento, in Italia gli ultimi dati statistici danno 1 bambino su 4 sovrappeso e 1 su 9 obeso pari al (12%). Ciò non riguarda solo la popolazione italiana. in molti paesi europei circa il 20-30% della popolazione risulta obesa. E’ importante sottolineare che un bambino obeso ha forti possibilità di diventare un adulto obeso. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) parla di “una nuova epidemia mondiale” e di “uno dei maggiori problemi di salute pubblica dei nostri tempi”!
 
2°motivo. La consapevolezza che il soprappeso e l’obesità infantile rappresentano una delle cause di:

  1. Alterazioni metaboliche come il diabete di tipo 2 (85% dei soggetti con diabete di tipo 2 all’esordio sono in soprappeso)
  2. Rischio cardiovascolare. Anche i bambini, se obesi possono avere i valori del colesterolo o dei trigliceridi o della pressione arteriosa alti
  3. Complicanze respiratorie come apnee ostruttive notturne che facilmente influenzano il rendimento scolastico interferendo con il riposo
  4. Conseguenze psico-sociali Spesso l’essere soprappeso o obesi espone il bambino- ragazzo ad essere deriso dai coetanei e questo influenza la sua autostima . Inoltre nel contesto culturale dei paesi occidentali il bambino obeso può sviluppare un disagio psicologico che può contribuire all'instaurarsi di un Disturbo del Comportamento Alimentare. E’ stato stimato che in età pediatrica i D.C.A. (bulimia,anoressia,ecc) siano già presenti per il 3-5%
  5. Conseguenze di tipo ortopedico perché l’eccessivo peso che le gambe devono sopportare può portare ad avere gambe ad arco o ad X, dolori articolari, ridotta capacità di movimento e piedi piatti

3° motivo. Le linee guida e i consigli nutrizionali, che l’Azienda Sanitaria Locale fornisce ai Comuni sono l’applicazione dei principi di una sana alimentazione sostenuti da organismi come l’OMS e l’Istituto Superiore della Sanità che hanno come riferimento i dati epidemiologici e gli studi su diverse malattie tra le quali quelle brevemente illustrate.

I dati scientifici ai quali facciamo riferimento per la redazione di questo documento si possono trovare nelle “Linee guida per una sana alimentazione italiana” pubblicate dall’I.N.R.A.N. ( Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione) di cui si consiglia di consultare il sito web,ricco di informazioni utili e interattivo con chi lo consulta: www.inran.it

Il Rapporto dell’ Istituto Superiore di Santità ISTISAN 2009 “La promozione della salute nelle scuole. Prevenzione dell’obesità e promozione dello stile di vita fisicamente attivo” Il documento ”HEALTH 21 EUROPEA OBIETTIVO 14 RESPONSABILITA’ MULTISETTORIALE PER LA SALUTE”(Adottato dal Comitato Regionale Europeo della WHO nelle sue quarantotto sessioni, Copenaghen, Settembre 1998 )

 

Icona documento 'Formato PDF'OPUSCOLO_ultima_versione_11111.pdf (formato PDF - 1423 KB)