Sei in : Home page » Comune » Spazio Comune » Archivio news » 2012 » Ordinanza contro la prostituzione

INFO

Responsabile Settore:
Marzio Betti
Tel. 02.90020.250
Fax 02.90020.249
» e-mail

Orario di apertura:
dal lunedì al sabato
dalle 9,00 alle 12,00
 


Ordinanza contro la prostituzione


SICUREZZA

Un iniziativa concordata dai Sindaci contro la prostituzione

I sindaci dei Comuni di Lacchiarella, Zibido S. Giacomo, Vernate, Casarile, Rosate e Noviglio dai primi di marzo hanno emanato congiuntamente un’ordinanza per contrastare il fenomeno della prostituzione, in accordo anche con i Comuni di Gaggiano, Siziano, Locate e Carpiano. Il provvedimento è stato preventivamente condiviso con la Prefettura di Milano e con i Comandi locali dei Carabinieri e segue una serie di altre azioni congiunte dei Comuni del sud Milano volte a garantire la sicurezza sul territorio attraverso un’azione concordata e coordinata. L’ordinanza prevede tra l’altro una sanzione amministrativa di Euro 400,00 a chi si intrattiene e/o contratta prestazioni sessuali con soggetti che esercitano l’attività di meretricio su strada o, che per il loro atteggiamento, abbigliamento, modalità di approccio, manifestino l'intenzione di esercitare prestazioni sessuali.
La sua peculiarità risiede nel fatto che, nell’accogliere le indicazioni della sentenza n. 115 del 04 aprile 2011 della Corte Costituzionale, ha una durata limitata nel tempo entro la quale sarà recepita all’interno dei Regolamenti di Polizia Urbana con l’approvazione dei Consigli Comunali, organi cui la normativa assegna le garanzie di rappresentatività ed affida il potere regolamentare. In questo modo i precetti contenuti nell’ordinanza si evolveranno in vere e proprie norme di ordinaria convivenza civile che qualificano il territorio. L’assunzione coordinata e contemporanea di questo provvedimento e l’avvio d’interventi congiunti con più pattuglie della Polizia Locale delle diverse municipalità permette una maggiore efficacia ed evita il rischio del mero dislocamento del problema nel Comune accanto.

La lotta alla prostituzione di strada, oltre che contrastare un fenomeno in se odioso, determina un maggior controllo del territorio, una riduzione degli incidenti automobilistici, un contenimento delle infiltrazioni malavitose e un ostacolo allo sfruttamento della donna, che spesso si configura come tratta degli esseri umani e riduzione in stato di semi-schiavitù. Ci poniamo come obiettivo prioritario il contenimento e la minimizzazione di questo fenomeno, con particolare attenzione alle aree limitrofe ai centri abitati. Ci rendiamo conto per altro che la sua radicazione, almeno come evento di strada, è oggi difficilmente ottenibile e può essere perseguita solo avviando un massiccio intervento dello Stato ma soprattutto mettendo a punto una legislazione che ne permetta il controllo.

Ringraziamo le forze di polizia locale e statale, in particolare i comandi locali dei Carabinieri che, collaborando attivamente con la Polizia Locale, svolgono un ruolo essenziale e insostituibile soprattutto nelle ore notturne.

Il Sindaco
Piero Garbelli



 

Icona documento 'Formato PDF'comunicato_stampa_prostituzione.pdf (formato PDF - 62 KB)