Sei in : Home page » Comune » Spazio Comune » Archivio news » 2011 » Liberazione cicogne

INFO

Legambiente Lombardia
marzio.marzorati@legambiente.org 

cell. 335 6874571


Liberazione cicogne


AMBIENTE

cicogne_bigSabato 6 agosto 2011 alle ore 11.00 presso il centro Cicogne di Zibido San Giacomo (frazione San Pietro Cusico), è stata liberata una coppia di cicogne bianche. Dopo un periodo passato in cattività prenderanno il volo sopra i tetti della frazione San Pietro Cusico e accompagneranno i 7 esemplari liberi già presenti nel territorio. Un evento importante che la comunità di Zibido San Giacomo offre a tutti gli amanti della natura e della biodiversità. Presso il Centro di Zibido, gestito da Legambiente Lombardia grazie alla collaborazione indispensabile e sapiente del Parco Agricolo Sud Milano e soprattutto in accordo e collaborazione con l’Amministrazione comunale, le cicogne trovano un luogo ideale dove riprodursi. In particolare il centro fa parte di una rete estesa nella nostra Regione attiva per la reintroduzione delle specie faunistiche nelle aree protette. Le misure di conservazione sono costituite da interventi diretti sulla specie (reintroduzione) e sull’habitat, da attività di monitoraggio e di educazione e informazione alla cittadinanza. La Cicogna bianca ha uno status di conservazione sfavorevole in Europa e in Italia è compresa nella lista delle specie particolarmente protette anche a livello normativo. La pianura agricola, infatti, è stata valuta come l’habitat al quale è legata la conservazione del maggior numero di specie considerate in declino, vulnerabili o rare in Europa.

La Cicogna bianca era storicamente presente in Italia in numerose regioni fino al XVI secolo. In nostro lavoro e quello del centro di Zibido si propone la reintroduzione. La presenza delle Cicogne stanziali di Zibido favorisce l’arrivo delle coppie migratorie e quindi attiva il processo di reintroduzione e di stanzialità. Quest’anno al Centro sono nati sei piccoli che hanno già preso il volo e si apprestano, a metà agosto, a intraprendere il viaggio verso i paesi caldi dell’Africa (a rotta verso sud-ovest porta le cicogne provenienti dall'Olanda, dalla Francia, dalla Svizzera, dalla Germania, dalla Spagna e dal Portogallo in Mali, in Niger, in Senegal, in Nigeria e nel Ciad. Per raggiungere questi Stati attraversano il deserto del Sahara nella parte occidentale, ma senza fare alcuna sosta). La migrazione delle Cicogne è un momento emozionante e di estremo valore naturalistico, in questi giorni si stanno allenando, si preparano e formare lo stormo che volerà per 3000 o 5000 Km prima di raggiungere il territorio africano che le ospiterà durante l’inverno. L’iniziativa di sabato sarà un momento importante del lavoro durato un anno. Il Centro grazie alla presenza di Giancarlo, appassionato e vivace amico delle Cicogne ha permesso di alimentare le coppie in cattività e garantire la riproduzione di quelle libere. Il suo lavoro è veramente prezioso e di esempio per molti volontari.

La popolazione di Cicogne presente in Italia nordoccidentale seppur esigua, con poco meno di 70 coppie costituisce il 40% dell’intera popolazione italiana. Invitiamo tutti a prendere parte all’evento che sarà semplice ma significativo.